Nella riunione che si è tenuta il 28 maggio presso l’Assessorato Agricoltura a Bologna ,tutte le organizzazioni apistiche della Regione Emilia-Romagna hanno manifestato una forte preoccupazione per il settore, a causa del perdurare del maltempo che sta portando:
-ad una alimentazione di soccorso alle famiglie di api in quanto non riescono a bottinare nettare per il freddo e il cattivo tempo e stanno morendo di fame
– alla perdita totale del raccolto di miele di acacia, il miele più pregiato
– a perdite di alveari dovute alle esondazioni di fiumi e torrenti ( stimati circa 600-700 alveari portati via dalla corrente)
– anomala ed eccessiva sciamatura delle famiglie
– notevoli perdite di api per attacchi da parte dei gruccioni che sono presenti in numero insolitamente alto.
Presto sarà presentato un documento congiunto con la richiesta di stato di calamità per il settore.

Chiediamo a tutti gli apicoltori di SEGNALARE alle proprie associazioni o cooperative tutti i danni che si stanno verificando nei singoli Comuni. Solo conoscendo la situazione precisa potremo segnalare le criticità in Regione.
Grazie per la collaborazione.

La risposta ufficiale dell’Assessorato Agricoltura:

Spett.li Associazioni/Organizzazioni apistiche ed agricole,nel dare riscontro alla forte preoccupazione manifestata nel corso dell’ultimo incontro in Regione sul settore dell’apicoltura circa la situazione di estrema difficoltà degli apicoltori dovuta alle avverse condizioni climatiche che si sono manifestate dall’inizio della stagione produttiva (danni al patrimonio animale, perdita quasi totale della produzione primaverile), segnaliamo che sul sito regionale ER -Agricoltura è riportata l’informativa, la normativa e la modulistica per le segnalazioni del caso:

 

https://agricoltura.regione.emilia-romagna.it/aiuti-agevolazioni

 

Calamità naturali

La Regione si attiva presso il Ministero delle politiche agricole, alimentari e forestali per delimitare le zone colpite da calamità o avversità atmosferiche, per consentire l’eventuale riconoscimento di benefici economici.

Durante le avversità o le calamità, le imprese agricole possono segnalare i danni subiti, inviando anche via email ai Servizi territoriali agricoltura,caccia e pesca, competenti per territorio, il modello prima segnalazione danni.

Aggiungi un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *